Routes

indietro invia ad un amico versione stampabile

PROVINCIA DI VENEZIA

Concordia Sagittaria

Tempo consigliato per la visita da 1 a 3 ore

La colonia romana di Iulia Concordia fu fondata intorno alla metà del I secolo a. C. sul sito di un precedente insediamento protostorico e all'incrocio di due importanti strade romane: la via Annia e la via Postumia. Gli scavi archeologici, intrapresi a partire dalla fine dell'Ottocento e ancor oggi in corso, hanno individuato i resti di una serie di strutture appartenenti alla città: la via Annia, alcuni tratti delle mura di cinta, un ponte, alcune ville patrizie, le terme pubbliche e il teatro; grazie ai numerosi e continui ritrovamenti è stata ricostruita la struttura urbana dell’insediamento romano, oggi valorizzata attraverso dei percorsi archeologici. L'area archeologica più importante di Concordia si estende sotto all’attuale piazza, in pieno centro cittadino, dove si possono ammirare i resti delle chiese paleocristiane: la trichora, costruzione a tre absidi edificata nella prima metà del secolo IV per custodire le reliquie dei martiri concordiesi e la Basilica Apostolorum Maior, consacrata alla fine dello stesso secolo. Camminare sull’esteso pavimento musivo significa provare l’emozione di evocare i tempi del primo cristianesimo. La maestosa cattedrale di Santo Stefano, romanico-gotica nella struttura e con facciata rinascimentale, ed il celebre Battistero della fine dell’anno 1000, testimoniano la storia cristiana della città nel corso dei secoli. Il restaurato palazzo municipale di Concordia, elegante edificio rinascimentale che si specchia sulle placide acque del fiume Lemene, ospita un piccolo ma interessante nucleo di reperti archeologici che, unitamente all'opportunità di consultare una postazione multimediale, consente di calarsi ancor più nella storia plurimillenaria della città. Per conoscere in modo ancor più approfondito la storia della colonia romana è consigliabile una visita al Museo Nazionale Concordiese di Portogruaro, a soli 3 chilometri da Concordia. Il museo, fondato alla fine dell'Ottocento, ricorda nella struttura architettonica un'antica basilica e custodisce numerosi materiali di epoca preromana, romana e paleocristiana. Mosaici, statue, preziose iscrizioni, sarcofagi, urne cinerarie, fragili oggetti in vetro, preziose gemme, ed ancora vasellame in terracotta, lucerne e numerosi bronzi, raccontano la storia antica del nostro territorio.


successivo

Mariangela Flaborea

info@mariangelaflaborea.it
+39 347 9055738
+39 0421 272429
Mariangela Flaborea Guida turistica Venezia

Guida turistica abilitata per la città di Venezia e il Veneto Orientale, lingue italiana e francese - Abilitazione numero 199 Regione Veneto.

Guida turistica abilitata Regione Friuli Venezia Giulia, lingue italiana e francese - Abilitazione n. 202 Regione Friuli Venezia Giulia.
Abilitazione accompagnatrice turistica n. 1187


© 2019 Mariangela Flaborea - sitemap - realizzato da equo.biz